Sostegno ai genitori

Il sostegno alle funzioni genitoriali è un intervento psicologico rivolto a chi, per motivi diversi, (cambiamenti fisiologici legati alle varie fasi del ciclo di vita dei figli, eventi critici, separazione, problematiche personali o dei figli ecc...), incontra delle difficoltà nel proprio ruolo genitoriale.

Essere genitori è un compito molto complesso. Lo stesso Freud, in uno scritto del 1937, lo riteneva un mestiere impossibile: si modifica durante tutto l’arco della vita perché è inserito all’interno di un percorso evolutivo fisiologico (le varie tappe della crescita, l’adolescenza, ecc..) ed è influenzato da fattori personali (dell’adulto e del bambino), familiari (modifica del nucleo familiare, lutti, separazione e divorzio, ecc…) e sociali che variano nel tempo.

Le trasformazioni culturali che hanno segnato la nostra società dal dopoguerra ad oggi hanno portato con sé significativi cambiamenti anche nelle dinamiche familiari. Accade frequentemente di incontrare genitori in difficoltà nel ricavarsi degli spazi di coppia, nell’affrontare lutti, separazioni e le diverse fasi del ciclo di vita con i relativi cambiamenti.

Sempre più spesso i genitori si trovano in difficoltà nel fornire risposte e/o comportamenti adeguati nei confronti dei loro figli:  non è raro che i genitori si trovino ad attraversare momenti in cui il loro ruolo appaia troppo faticoso, si sentano disorientati o incontrino qualche problematica di un certo rilievo nella crescita dei figli (es. enuresi, tics, ritardi cognitivi, aggressività, mancanza di regole, piccole paure, problemi di autostima, ecc).

In questi casi può essere di aiuto un percorso di sostegno ai genitori che miri a far comprendere la relazione con i figli, gli stili educativi e comunicativi in famiglia per favorire una maggiore armonia ed una crescita migliore dei figli stessi; l'obiettivo prefisso è di supportarli nel loro ruolo, di promuovere la consapevolezza dell’importanza di tale compito e di accrescere e rafforzare le competenze educative dei genitori stessi.

Propongo un percorso psicologico che accompagni i genitori nella lettura delle dinamiche relazionali familiari per consentire una differente presa di coscienza sulle proprie ed altrui potenzialità e che miri a potenziare e valorizzare le risorse individuali e genitoriali di cui ciascuno è portatore e che, a volte, si fatica a riconoscere e/o ad esprimere. Attraverso una maggiore comprensione del figlio (i suoi bisogni, le sue paure, il suo modo di comunicare, ecc…), di se stessi e della relazione con lui e una riflessione sugli atteggiamenti educativi e comunicativi messi in gioco nel rapporto, si favorisce l’acquisizione di specifiche competenze educative e delle annesse capacità di auto-valutazione e auto-monitoraggio.

L’intervento psicologico si propone di creare strumenti e modalità utili all’auto sviluppo e alla costruzione di una sana relazione genitore – figlio. In questo contesto, lo psicologo è accanto al genitore per supportarlo a trovare una modalità funzionale nel rapporto con i figli, unica e singolare, non standardizzata ma attenta alla peculiarità e caratteristiche di ogni singolo contesto famigliare. Non esistono genitori perfetti e non esiste una “formula magica” per diventarlo: il solo intervento psico-educativo spesso risulta inefficace perché i genitori lo subiscono ma non diventano protagonisti del loro cambiamento.

E’ necessario quindi aiutare i genitori ad individuare le loro potenzialità e risorse, in molti nascoste o sottovalutate, lavorando quindi su quello che è il meglio per la singola situazione; solo in questo modo si potranno raggiungere e mantenere cambiamenti poiché avvenuti per mezzo di obiettivi ed azioni autodeterminati e non suggeriti dal professionista.

Una attenzione particolare viene riservata ai genitori di ragazzi adolescenti il cui percorso prevede una presa in carico sia del figlio che dei genitori.

Interventi specifici vengono riservati ai contesti famigliari particolarmente provati a causa di disturbi psichici, malattie croniche o dipendenze patologiche che colpiscono uno dei suoi membri ed i cui effetti invadono tutto il sistema famigliare; numerosi studi confermano l’efficacia del sostegno psicologico ai famigliari nel modificare in senso positivo il decorso e le eventuali ricadute dei disturbi oltre che sul contesto familiare in termini di clima emotivo e di riduzione dello stress.